Login Community

Inserire i codici per l'accesso alla community

Blog

Chi e' online

 49 visitatori online

NewsLetter

Iscriviti alla NewsLetter, per ricevere le ultime notizie sugli aggiornamenti, le iniziative e le novità direttamente nella tua casella di posta.
Tutelare il marchio della mozzarella di bufala campana

Sono parzialmente soddisfatto della risposta alla mia interrogazione parlamentare n. 3-03142 data nella giornata di ieri da ANDREA OLIVERO, Vice Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, ma voglio continuare a rappresentare le preoccupazione degli agricoltori, degli allevatori di bufale e dei componenti della filiera della mozzarella DOP, che riguarda il Lazio, la Campania, la Puglia e il Molise, i quali continuano a denunciare alle autorità competenti come il latte di bufala prodotto in Italia sia nettamente inferiore alla mozzarella commercializzata. Devono essere attivati ulteriormente i controlli da parte delle ASL e dei nuclei antisofisticazione, per controllare la filiera della mozzarella DOP.

La cosa grave, a mio avviso, è la delibera del maggio 2017, del Consorzio per la tutela del formaggio mozzarella di bufala campana, che chiede la modifica del disciplinare di produzione, allo scopo, tra l'altro, di prevedere la possibilità di introdurre nel metodo di preparazione il confezionamento e la commercializzazione a temperature di meno 18 gradi di paste. Questo vuol dire che si cerca di introdurre materiale non riferibile al territorio della DOP.

Penso che occorra molta attenzione nell'accogliere questa richiesta. La mozzarella di bufala, è un bene straordinario, limitato e prodotto in un preciso territorio, frutto del lavoro e dell'esperienza di agricoltori e allevatori italiani

 
Crisi Idrica: quali sono ad oggi gli investimenti fatti da Acea?

 

"Non capisco l’arroganza dell'Acea e del suo attuale gruppo dirigente. Una azienda che conosco ma che nel passato non si sarebbe mai comportata come oggi. Quando si crea l’allarmismo, non si risparmia l’acqua ma si consuma di più, perché la gente corre ad accumulare, oppure innaffia durante il periodo di erogazione e poi quell’acqua accumulata nella gran parte delle volte viene sprecata.
La difficoltà per approvvigionare la città di Roma arriverà nel mese di settembre, quando gran parte della gente tornerà dal meritato riposo. Infatti l’Acea dirotta l’acqua nel periodo estivo nei comuni del litorale dove gran parte della popolazione si  trasferisce.
La vera questione che va sottoposta ad ACEA da parte dell’Autorità d’Ambito, da parte della Regione, dai sindaci dell’ATO e dal sindaco di Roma è su come sono stati utilizzati, negli ultimi 5-6 anni, i circa centocinquanta milioni di euro che ogni anno il Piano d’Ambito destina agli investimenti, che vuol dire ammodernamento della rete, ampliamento del sistema depurativo e tutte le altre opere tese a rendere efficiente il settore idrico. Per fare un esempio, questi piani prevedevano dai 50 ai 100 km l’anno di nuova rete che sostituisce quella vecchia ormai obsoleta e che perde acqua. Sono state fatte delle verifiche per vedere quanti km di nuova rete effettivamente sono stati realizzati? Per fare risultato economico dell’azienda e per ingraziarsi i soci pubblici e privati si sono magari contabilizzati i costi operativi fatti passare per investimenti? La domanda da fare all’ACEA dovrebbe essere secca e schematica: quali sono i 150 milioni di euro di opere effettivamente realizzate (nuove reti, depuratori etc.)? Solo cosi si può fare una verifica reale e concreta. Altrimenti rimaniamo dentro i giochi di bilancio dove tutto quadra, ma le opere strategiche non ci sono.
Vorrei ricordare che gli investimenti sono pagati dai cittadini di Roma e provincia e che l’ACEA può mettere in bolletta quando l’opera ha inizio, quindi non ci sono scusanti tanto meno di mancanza di risorse".

 

 

 
Ventotene, crisi Idrica, comportamenti irresponsabili dell’Amministrazione Comunale

Il paese è immerso dentro una crisi idrica eccezionale e il sindaco di Ventotene  impedisce la realizzazione di un dissalatore che permetta all'isola di avere una autonomia idrica e alla Regione Lazio di risparmiare circa due milioni di euro l’anno per il trasporto dell’acqua potabile con navi cisterna.

La Regione ha favorito la realizzazione di impianti di dissalazione nelle isole pontine Ventotene e Ponza ma gli attuali amministratori di Ventotene dicono di no,  hanno fatto un ricorso al TAR  per bloccare tali opere e il TAR gli ha dato torto su tutta la linea.

Ieri il Sindaco ha reiterato l’ordinanza dicendo che non si possono fare i lavori durante l’estate.

Mi pare questo un comportamento irresponsabile perché se non avesse fatto il primo ricorso rigettato dal TAR il dissalatore sarebbe già in funzione e la Regione che sarà chiamata in causa da Acqua Latina dovrà sostenere le spese per l’ approvvigionamento.

Spero che qualcuno chiami a rispondere dei danni provocati alla collettività che tale comportamento determina.

 
No a CDA per la Governance di Capitale Lavoro

Si critica molto la vecchia politica ma nei fatti la sindaca Raggi, sempre assente alle sedute dei Consigli della Città Metropolitana, sembra voglia nominare un CDA per la Governance della società in house “Capitale Lavoro” , aumentando di fatto costi e poltrone.

La selezione delle candidature avvengono attraverso procedure alquanto anomale, nel metodo (tempi ristretti e nessuna pubblicità) e nel merito.

C’è tempo fino a lunedì 24 luglio per presentare la candidatura, che verrà poi vagliata dalla Raggi stessa  e tra i requisiti bisogna avere la nomina a Consigliere Metropolitano, ora, essendo le Città Metropolitane Enti di secondo livello, solo i Consiglieri comunali ed i Sindaci hanno questo requisito. Poi in un altro comma si escludono i Consiglieri di Roma Capitale ( a meno che non si dimettano ), per cui, di fatto, i candidati possono essere solo consiglieri dei Comuni esterni alla capitale. 
Queste procedure aumenteranno costi e poltrone, ma solo per i Consiglieri Comunali grillini

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo > Fine >>

Pagina 1 di 92
Data: 25 Set, 2017
mod_vvisit_counterOggi53
mod_vvisit_counterQuesta settimana330
mod_vvisit_counterQuesto mese7256
mod_vvisit_counterTot Accessi al sito562712