No a CDA per la Governance di Capitale Lavoro PDF Stampa E-mail

Si critica molto la vecchia politica ma nei fatti la sindaca Raggi, sempre assente alle sedute dei Consigli della Città Metropolitana, sembra voglia nominare un CDA per la Governance della società in house “Capitale Lavoro” , aumentando di fatto costi e poltrone.

La selezione delle candidature avvengono attraverso procedure alquanto anomale, nel metodo (tempi ristretti e nessuna pubblicità) e nel merito.

C’è tempo fino a lunedì 24 luglio per presentare la candidatura, che verrà poi vagliata dalla Raggi stessa  e tra i requisiti bisogna avere la nomina a Consigliere Metropolitano, ora, essendo le Città Metropolitane Enti di secondo livello, solo i Consiglieri comunali ed i Sindaci hanno questo requisito. Poi in un altro comma si escludono i Consiglieri di Roma Capitale ( a meno che non si dimettano ), per cui, di fatto, i candidati possono essere solo consiglieri dei Comuni esterni alla capitale. 
Queste procedure aumenteranno costi e poltrone, ma solo per i Consiglieri Comunali grillini

 
Data: 21 Nov, 2017
mod_vvisit_counterOggi47
mod_vvisit_counterQuesta settimana724
mod_vvisit_counterQuesto mese7008
mod_vvisit_counterTot Accessi al sito582645