Ventotene, crisi Idrica, comportamenti irresponsabili dell’Amministrazione Comunale PDF Stampa E-mail

Il paese è immerso dentro una crisi idrica eccezionale e il sindaco di Ventotene  impedisce la realizzazione di un dissalatore che permetta all'isola di avere una autonomia idrica e alla Regione Lazio di risparmiare circa due milioni di euro l’anno per il trasporto dell’acqua potabile con navi cisterna.

La Regione ha favorito la realizzazione di impianti di dissalazione nelle isole pontine Ventotene e Ponza ma gli attuali amministratori di Ventotene dicono di no,  hanno fatto un ricorso al TAR  per bloccare tali opere e il TAR gli ha dato torto su tutta la linea.

Ieri il Sindaco ha reiterato l’ordinanza dicendo che non si possono fare i lavori durante l’estate.

Mi pare questo un comportamento irresponsabile perché se non avesse fatto il primo ricorso rigettato dal TAR il dissalatore sarebbe già in funzione e la Regione che sarà chiamata in causa da Acqua Latina dovrà sostenere le spese per l’ approvvigionamento.

Spero che qualcuno chiami a rispondere dei danni provocati alla collettività che tale comportamento determina.

 
Data: 21 Nov, 2017
mod_vvisit_counterOggi48
mod_vvisit_counterQuesta settimana725
mod_vvisit_counterQuesto mese7009
mod_vvisit_counterTot Accessi al sito582646