Login Community

Inserire i codici per l'accesso alla community

Blog

Chi e' online

 51 visitatori online

NewsLetter

Iscriviti alla NewsLetter, per ricevere le ultime notizie sugli aggiornamenti, le iniziative e le novità direttamente nella tua casella di posta.
Pomezia, Soluzioni a tutela dei livelli occupazionale alla Fiorucci

Lo storico salumificio di Pomezia “Cesare Fiorucci” di proprietà della multinazionale Campofrio Group, ha avviato una procedura di licenziamento collettivo per 106 dipendenti su 497.

La decisione, cosi come si legge nella procedura di licenziamento, è maturata con  l’intenzione di esternalizzare alcune lavorazioni, che di fatto renderebbero in eccedenza il personale di alcuni reparti.

Io mi auguro che al più presto si convochi un tavolo con la partecipazione delle parti interessate, Azienda, Sindacati e Regione Lazio per trovare una soluzione condivisa e soprattutto a tutela dei livelli occupazionali.

Questo è quanto dichiara in una nota l’On. Carella

 
Sanità, ritardi del 118

Come è potuto accadere che una chiamata di soccorso al 118, l’ ambulanza sia arrivata a Carpineto con più di un ora di ritardo?

Rimangono le perplessità e i dubbi, che magari un intervento immediato poteva essere risolutore rispetto all’epilogo della vicenda.

Faccio appello al responsabile del 118 e al responsabile della ASL di Tivoli di fare accertamenti ed individuare eventuali responsabilità.

Questo è quanto dichiara in nota l’On. Renzo Carella

 
Pensioni, l’ottava salvaguardia è realtà

Approvato la scorsa notte alla Camera dei Deputati un  emendamento in commissione bilancio presentato dai deputati Pd,  che garantisce la pensione ai lavoratori ex Videocon rimasti senza nulla.

Una modifica necessaria per consentire la tutela non solo degli ex lavoratori Videocon ma anche di altre realtà produttive.

L’ottava salvaguardia ora confermata nella manovra finanziaria ha l’obiettivo di tutelare 27.000 esodati e si stima che potrà essere utilizzata da circa 300 lavoratori nella zona della Valle del Sacco

Roma 25 novembre 2016

 
Ariccia (rm), Il ministro delle infrastrutture verifichi con urgenza le condizioni del ponte monumentale dopo lo sciame sismico

Le recenti scosse sismiche che hanno messo in ginocchio l’Italia centrale, hanno coinvolto indirettamente anche i castelli romani, infatti nel comune di Ariccia i tre ponti, quello monumentale, quello di S. Rocco e quello del Galloro sono stati chiusi alla circolazione con un ordinanza sindacale per il  riscontro di micro lesioni alle strutture.

L’ordinanza di chiusura al traffico dei tre ponti ha avuto pesanti  ricadute sulla viabilità del centro abitato di Ariccia, ma anche sull’intera area dei Castelli Romani attraversati dalla SS 7 Appia.

Attraverso una interrogazione parlamentare chiedo al ministro di verificare con urgenza e sapere l’effettiva pericolosità  delle strutture, al fine di prevenire eventuali problemi sulla sicurezza pubblica

 

Roma 7 novembre 2016

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo > Fine >>

Pagina 7 di 94
Data: 19 Gen, 2018
mod_vvisit_counterOggi152
mod_vvisit_counterQuesta settimana1527
mod_vvisit_counterQuesto mese4260
mod_vvisit_counterTot Accessi al sito598407