Login Community

Inserire i codici per l'accesso alla community

Blog

Chi e' online

 15 visitatori online

NewsLetter

Iscriviti alla NewsLetter, per ricevere le ultime notizie sugli aggiornamenti, le iniziative e le novità direttamente nella tua casella di posta.
Ancora ritardi nei pagamenti degli stipendi alla Ibisco Appalti presso Pomezia

I lavoratori assorbiti dalla Ibisco Appalti succeduta alla Pomezia Servizi per la manutenzione stradale, denunciano continui ritardi nei pagamenti degli stipendi da parte della società.

Un appello al sindaco della città di Pomezia affinché si faccia garante della regolarità dei pagamenti verso i dipendenti.  Gli impegni finanziari delle famiglie sono fatti di scadenze ed è intollerabile quanto sta accadendo, soprattutto per società che lavorano  per la  Pubblica Amministrazione.

Roma 19 ottobre 2016

 
Caporalato una legge attesa da molto tempo

Ieri alla camera dei deputati è stata approvata la legge contro il caporalato, una grande giornata per il lavoro, per la tutela dei diritti e le persone più deboli: si è realizzato un obiettivo che da sempre caratterizza le battaglie della sinistra, quello per la dignità dei lavoratori e delle persone, una risposta dura contro lo sfruttamento dei lavoratori in condizioni disumane da parte di intermediari senza scrupolo.

La nuova legge approvata prevede innanzitutto pene più severe: d’ora in poi saranno sanzionabili, anche con la confisca dei beni, non solo gli intermediari illegali ma anche i datori di lavoro consapevoli dell’origine dello sfruttamento.

Si risponde in maniera netta e unita contro il caporalato con questa legge attesa da almeno cinque anni

Un fenomeno presente anche nella pianura Pontina e in Ciociaria

 
Bovini vaganti, interrogazione al ministro dell’Interno

Attraverso una interrogazione parlamentare ho portato a conoscenza il ministro dell’Interno del  problema dei bovini vaganti senza marchio auricolare, che da anni minacciano la pubblica incolumità e la salute dei cittadini, sia nel comune di Carpineto che di altri comuni della regione.

I numerosi tavoli tecnici fatti in prefettura nel corso degli anni non hanno risolto il problema, credo sia giusto portare a conoscenza il ministro di questa questione, affinché si trovino soluzioni idonee a debellare in maniera efficace il problema.

Roma 06 ottobre 2016

 
Lazio Ambiente:, rischi da privatizzazione settore

Esprimo forte preoccupazione sulla cessione totale delle quote detenute dalla Regione di Lazio Ambiente”. Lo dichiara Renzo Carella, deputato del Partito democratico.

“Privatizzare un settore cosi delicato – spiega - senza una strategia che mette a riparo occupazione, (circa 400 lavoratori), risanamento ambientale di un territorio e il destino degli impianti industriali molto impattanti - stiamo parlando di Colleferro, una città che ha bisogno di risanamento e superamento di impianti a cominciare dalla discarica – è rischioso. Solo una gestione pubblica potrà dare garanzie. Non basta assegnare le quote con evidenza pubblica per risolvere il problema. Troppi esempi ci insegnano che i privati badano più ai profitti che alla tutela del territorio e alla salute dei cittadini. Mi auguro che, prima di qualsiasi gara, la Regione negozi con i comuni e le OO.SS un percorso che consenta la creazione di un soggetto pubblico attraverso cui i comuni stessi potranno continuare a gestire in house i servizi di raccolta. Agli stessi, deve essere trasferita la discarica per avere la certezza che entro tre anni possa chiudere e mettere a disposizione le risorse per gestione del Post Morte, finanziare la realizzazione di un impianto di trattamento per chiudere insieme alla raccolta differenziata il ciclo virtuoso dei rifiuti. Per difendere l’occupazione, specie in una zona devastata dalla crisi industriale, occorre mettere in campo politiche virtuose e non ragionieristiche, cosi come pensa di fare qualche presidente di collegio sindacale”.

“Mi fido del presidente Zingaretti quando dice che questo processo verrà governato nell’interesse del territorio. Non possiamo permettere che dei privati senza scrupoli si espandano nella Valle del Sacco, a scapito dei cittadini”, conclude.

Roma, 05 ottobre 2016

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo > Fine >>

Pagina 8 di 93
Data: 21 Nov, 2017
mod_vvisit_counterOggi46
mod_vvisit_counterQuesta settimana723
mod_vvisit_counterQuesto mese7007
mod_vvisit_counterTot Accessi al sito582644